Miracolo_monicamaurino

Tra la Terra e il Cielo: gli alberi

‘Prova ad avvicinarti e ad osservarli con attenzione: gli alberi hanno tante storie da raccontare’. E’ stato il suggerimento del mio amico fotografo Aristide Salvalai, col quale mi ha stimolato ad una personale ricerca sull’argomento.

Gli alberi mi hanno sempre affascinato. Sono simboli di grandezza, di forza, di spiritualità. Sono da tagliare, da lavorare, da usare, da ammirare, da abbracciare, da respirare. Da sempre accompagnano la vita dell’uomo.

E così ho cominciato a cercare…a capire.

Nell’atto di approfondire le mie conoscenze, mi sono imbattuta per caso nel libro della biologa Nakalini M. Nadkarni, Tra la terra e il cielo – La vita segreta degli alberi. Un’intera vita dedicata a queste meravigliose creature. Leggerlo mi ha indotto a riflettere e ad amplificare la mia visione; del resto era l’intento del libro: cercare di ridurre la distanza tra l’uomo e la natura in generale, una distanza che rappresenta la causa e la diretta conseguenza dei problemi ambientali del nuovo millennio. Un tema, quest’ultimo che mi ha sempre toccato da vicino e che ha influenzato la mia formazione tecnica.

Ma qui la prospettiva è un’altra. Per ridurre la distanza bisogna riscoprire l’affinità tra uomini e alberi, e quindi con la natura in generale, bisogna ritrovare una perduta consapevolezza, anche spirituale. In molte culture si parla dell’albero come l’axis mundi, la linea che congiunge il cielo con la terra e l’uomo con la sua spiritualità.

Gli alberi non sono solo organismi viventi biologicamente importanti per l’ecosistema e per la stessa vita dell’uomo, non sono solo materiali da costruzione o tanto altro ancora. Hanno una vita segreta, pronta a svelarsi a chi si avvicina con rispetto e timore verso queste ascetiche creature. Hanno storie da raccontare a chi abbia voglia di ascoltare, a chi abbia voglia di lasciarsi ispirare, a chi è alla ricerca di un’armonia che va oltre le cose umane.

Albero, raccogli i miei pensieri
come le nuvole tra i tuoi rami.
Richiama la mia anima
come l’acqua nelle tue radici.
Nelle vene del tuo tronco
ridonami pace.
Attraverso le tue foglie
respiri il cielo.

 Respiro – Daniel Beaudry

 

 

connections