Rock Doll

Rock Doll: storia di un premio e di bellezza

E’ passato un po’ di tempo ma l’episodio merita di essere raccontato.

Fui chiamata da Juri Coppari un pomeriggio di fine maggio. Si trattava di un progetto particolare questa volta. Era sua intenzione partecipare ad un prestigioso concorso per parrucchieri stilisti, l’International Beauty Stylist La Biosthetique Paris. Sarebbe stato premiato il look dell’anno per taglio e colore straordinariamente creativi, oltre al make-up, lo styling, gli abiti e la qualità delle immagini. Una vera novità per me e soprattutto una bella sfida!


Nel nostro primo incontro Juri mi parlò dell’idea che avrebbe voluto realizzare. La proposta era quella di una donna ribelle e controcorrente, ma che non rinunciasse alla sua femminilità.
Formammo subito una squadra affiatata. Juri lavorò ad un taglio corto, dinamico con geometrie disconnesse e linee decise e morbide al tempo stesso, che fondessero lo spirito rock e l’eleganza raffinata. Tania Coppari realizzò sorprendenti e sofisticati contrasti di colore, un make-up decisamente in linea con il motivo ispiratore del look. La femminilità e gli abiti sweet-rock indossati da Robi P. si fusero, in perfetta armonia, con ogni dettaglio.
A me non restò che pensare alla ripresa. La mia idea fu quella di stagliare la figura della modella su uno sfondo pulito e uniforme che non interferisse con il messaggio di per sé già abbastanza impegnativo e coraggioso.

Rock Doll -

A lavoro finito, la mia sensazione era quella che avessimo centrato in pieno l’obiettivo che ci eravamo prefissati: lo stile, il look, l’estetica, tutto nelle immagini era un armonia di intenti. Rock Doll non poteva che essere il nome del progetto.

Dopo il silenzio durato qualche mese, un’altra telefonata di Juri – Abbiamo vinto il premio nazionale! – gridava. Non gli credetti, ovviamente. Juri non è solo un ottimo professionista, ma anche una persona a cui piace scherzare. E’ uno scherzo, non ti credo – gli dissi, mentre lui continuava a ridere, cercando di convincermi! Tanta l’insistenza prima che io potessi realizzare che era la verità.

Juri Coppari si era imposto alla giuria nazionale, formata da giornalisti della stampa professionale e non, aggiudicandosi il podio per l’Italia e qualificandosi per la finalissima di Parigi.

“Il lavoro è indubbiamente ‘coraggioso’, con l’abbinamento di diversi piani di lettura: rasatura, geometrie alternate, ciuffo scivolato…” aveva commentato Laura Castelli, photo editor e caporedattore Estetica Network e membro della giuria nazionale. “Il fattore determinante nella scelta è stata l’armonia indubbia tra i vari elementi del giudizio: taglio, colore, make-up e styling. L’ispirazione geometrica anglosassone, abbinata al make-up Sixties con eye-liner e ciglia finte, è sicuramente indovinato. Così come l’abbigliamento sweet-rock.”

Quindici i paesi partecipanti a quella decima edizione dell’International Beauty Stylist, tra i quali l’Italia con Juri Coppari che rappresentò un degno avversario di tanti agguerriti stilisti internazionali.

 

La famiglia Coppari e…una Beautidea!

Juri e Tania Coppari

_DSC1204_1 copiaJuri e Tania Coppari, insieme alla loro madre Graziella Scarponi, sono i titolari del salone Beautidea style & wellness di Osimo, centro altamente specializzato per la bellezza e il benessere del corpo e della mente.

Il salone vanta aree accoglienti e attrezzate riservate a Hair, Beauty, Make up, Private Fitness, Fisioterapia, Nutrizione.

Beautidea è anche uno staff giovane, affiatato e qualificato, in continuo aggiornamento e sempre pronto a soddisfare ogni tipo di esigenza per i clienti.