Bagno_di_Venere_monicamaurino

Il bagno di Venere…secondo me

Il Bagno di Venere è uno degli angoli più affascinanti del giardino inglese, all’interno della Reggia di Caserta. Un piccolo lago in cui una statua che rappresenta la dea Venere è ritratta nell’atto di uscire dall’acqua. A delimitarlo un bosco arricchito da rare specie botaniche e protetto da dirupi e ninfei di ispirazione sibillina.

Ci si rende subito conto di immergersi in luogo incantevole: l’acqua gorgoglia dalle radici di un grande tasso, le foglie e i rami degli alberi del piccolo bosco filtrano la luce solare, il cinguettio rilassante degli uccelli. Tutto riporta la mente ad uno stato di serenità incosciente.

Nonostante ciò, quello che maggiormente suscita la mia ammirazione è la statua. La sensazione è che il luogo in cui è posta ha ragion d’essere grazie ad essa. Il luogo, seppur meraviglioso, ne è semplicemente il contesto. E’ la statua ad avere un senso. La sua è una perfezione estetica di altri tempi che sfocia in armonia di forme e di gesti.

Credo che il luogo abbia un potere di umanizzazione su di essa, e anche quello di infondere in me pensieri e riflessioni fino a farla diventare l’unico oggetto della mia contemplazione.

 

bagno-di-venere